Notizie

Uno spazzolino da denti “futuristico” per migliorare l’igiene orale.

Uno spazzolino da denti “futuristico” per migliorare l’igiene orale.

Lavare i denti è un’abitudine quotidiana, fondamentale per mantenere la salute del cavo orale, onde prevenire la formazione di carie e la malattia parodontale. Tuttavia, spesso i denti non vengono spazzolati correttamente e per il tempo necessario da molte persone; sebbene diversi miglioramenti abbiano contribuito a incrementare l’abilità e l’abitudine alle manovre di igiene orale, sembra che ci sia ancora molta strada da fare per raggiungere livelli adeguati di compliance nella popolazione.
Nei pazienti meno avvezzi a mantenere un’alta igiene, soprattutto per tutti coloro che hanno difficoltà nella vera e propria procedura manuale, spazzolini elettrici, o spazzolini sonici possono essere consigliati. Questi strumenti elettrici sono solitamente forniti anche di un timer che segnala il tempo rimanente di spazzolamento da effettuare e che scandisce il cambio di quadrante con immagini e vibrazioni.
Ma tutto questo sembra ancora non bastare ad ottenere una completa adesione dei pazienti alle corrette manovre di igiene; per questo motivo una ricerca giapponese ha deciso di studiare uno spazzolino che produce un suono diverso dal solito. Ricercatori in Giappone hanno ritenuto che il suono prodotto dalle setole dello spazzolino durante le procedure di spazzolamento dei denti, potesse essere uno dei motivi di mancanza di compliance e per questo hanno deciso di inventare un nuovo spazzolino “futuristico”.
In questo studio, gli autori si prefiggono di migliorare l’esperienza di igiene quotidiana dei pazienti attraverso la sostituzione del display visivo con sensazioni tattili e uditive e di inserire gli utenti in un percorso motivazionale. Per raggiungere questi obiettivi è stato inserito un microfono nello spazzolino che registra i suoni che si realizzano durante lo spazzolamento, questi, una volta rielaborati dal pc, possono essere riascoltati in un modo del tutto diverso, direttamente durante le manovre di igiene, tramite delle cuffie. Inoltre sono stati arruolati pazienti che spazzolavano in maniera energica e altri che in modo più delicato. All’interno dello spazzolino i ricercatori hanno voluto inserire un sensore di forza; quando un paziente si lava con troppa forza i denti, lo spazzolino trasmette uno stimolo sonoro per scoraggiare tali azioni e incoraggiare a spazzolare più delicatamente, evitando così abrasioni ed erosioni dentali.

- Fonte: www.ildentistamoderno.com -

<< Torna alla pagina precedente